giovedì 29 marzo 2012

Istruzioni per l'uso
































































Questi gli scatti di Marina Abatista che saranno protagonisti di una mostra a Pisa dal 31 marzo al 15 aprile. 


L’inaugurazione si terrà sabato 31 marzo alle ore 18.30 con improvvisazione musicale di Alessandro Froli e Marco Calcaprina e live painting di Cevì

Contatti organizzatori: Associazione Casa della Città Leopolda Piazza Guerrazzi, 56125 Pisa
Orario: dalle 15 alle 19

Ecco il video di anticipazione della mostra realizzato da Laila Sonsino:

Video mostra Istruzioni per l'uso





Ciao! Presentati, cosa fai nella vita?
Sono Marina, lavoro nell'editoria e nel tempo libero faccio la fotografa e scrivo.
Scrivo per un blog "Setteperuno", curo una rubrica "Occhi a sogni aperti", inoltre scrivo recensioni sporadicamente per IndieRock.it.

Quali studi hai fatto?
Ho studiato Informatica umanistica a Pisa con specializzazione in Editoria Elettronica, ho poi seguito un master in editoria alla Fondazione Mondadori di Milano.

Cos'è istruzioni per l'uso?
E' una raccolta di fotografie che ritraggono persone con le relative istruzioni da fornire a chi li guarda o a chi si relaziona con loro.

Dove hai trovato l'ispirazione per "Istruzioni per l'uso"?
L'ispirazione è nata da una storia personale, la fine di un storia d'amore, storia molto travagliata, riflettendoci successivamente mi sono resa conto di come sarebbe stato tutto più facile se si fosse saputo prima qualcosa, quindi le istruzioni all'uso. Ovviamente questa riflessione non si limita alle relazioni amorose, tratta in generale tutti i tipi di relazioni, riflessione sulle cose fondamentali per ognuno di noi da cui non possiamo in alcun modo trascendere, per quanto si possa arrivare a comprendersi ci sono cose di noi che non possiamo cambiare. Bisognerebbe esserne consapevoli per evitare di calpestarci a vicenda.

La mostra a Pisa com'è nata?
La mostra è nata da una ragazza che conoscevo, si è appassionata al mio lavoro e ha cercato e infine trovato i finanziamenti per la mostra, che si terrà grazie a Binari/spazi  creativi Toscana un'organizzazione per finanziare la creatività giovanile.
Hai in programma nuovi progetti?
Nuovi progetti, bè istruzioni per l'uso arriverà anche a Milano a Santeria (via Ettore Paladini 8) un locale a cui ho proposto questa mostra, avendo già le stampe da quella precedente. 
Durerà tre settimane dal 26 aprile al 16 maggio.
Mi gira anche altro per la testa, ma rimane ancora un SEGRETO!
Con cosa lavori? Qual è la tua attrezzatura?
Lavoro con una Canon 5D obiettivo 50 fisso 1.4 di diaframma alla luce naturale, quindi senza luci o flash. La prima sequenza di foto sono state fatte tutte insieme a casa mia, ho chiamato alcuni amici e in due giorni ho fatto. Poi con l'ingrandirsi del progetto ho deciso di aprirlo anche agli "estranei". In questo modo la location cambia e anche la luce di conseguenza essendo totalmente naturale. Purtroppo il range di età del soggetti è ristretto ai 20/30 con sporadiche eccezioni, il mio intento è quello di aprirlo anche a chi ha meno di 20 anni e a chi ne ha di più di 40/50. 

Curiosità su di te?
Sono vegetariana e un'altra curiosità su di me è che sono una grande accumulatrice di oggetti, ho la camera stracolma. Da quando a 18 anni sono andata a vivere da sola ho girato Londra, Norvegia, Pisa, Milano e ogni volta mi sono portata dietro tanta vita. I miei amici dicono che soffro di horror vacui. In effetti questo approccio lo ritrovo nella mia vita, tra amicizie, viaggi, impegni, sì, un po' come se soffrissi di un'idiosincrasia per l'assenza di cose.
Fre

Nessun commento:

Posta un commento